SEGUICI SU

ostianticateatro

Clicca qui per modificare il sottotitolo

28 luglio 2018, ore 21

PINK FLOYD LEGEND

Live at Ostia Antica

Il 28 luglio, dopo il sold out dello scorso anno, tornano i PINK FLOYD LEGEND con "Live At Ostia Antica” con l’esecuzione - oltre ai maggiori "greatest hits" -  dei brani che i Pink Floyd eseguirono dal vivo nel leggendario concerto-evento del 1971 “Live At Pompeii”, con un nuovo ed unico allestimento del palco per riprodurre la suggestione delle atmosfere, dei suoni e delle luci dell'originale.

Lo spettacolo “Live At Ostia Antica ” si sviluppa attraverso l'esecuzione dei grandi successi della famosa band inglese ed in particolare i brani che la band esegui dal vivo nell’anfiteatro romano di Pompei nel 1971 Echoes –One on these days.- A Saucerful of Secrets, calato in una cornice scenografica che riproduce la suggestione delle atmosfere, dei suoni e delle luci dell'originale. Per questo i Legend scelgono di suonare questo live tutto d’un fiato concentrandolo in un'unica metà del ...Continua a leggereloro spettacolo, nella originaria formazione a quattro, e dando spazio all’improvvisazione per ricreare il sound psichedelico e inconfondibile dei Pink Floyd del primo periodo. Prima di essere suonato, il Live At Pompeii va infatti “sentito e vissuto” tanto è particolare nella scelta dei brani, nella modalità di esecuzione e nell’arrangiamento. Qui si vedono i veri Pink Floyd, grandi improvvisatori e creatori di incredibili atmosfere e sonorità senza l’utilizzo di effetti speciali, ma con il solo ausilio della strumentazione di base.

Non a caso la cornice essenziale per la realizzazione dello show è l'utilizzo della stessa strumentazione dell'originale: il grande gong al centro della scena è quello utilizzato da Waters con tanto di fiamme; la batteria ha le stesse decorazioni sulla doppia cassa come quella di Mason; la chitarra è la Black Strat di Gilmour dal primo aspetto con il palettone anni 70' e il battipenna bianco; il basso è il Sunburst con il battipenna tartarugato; infine l’organo è il Farfisa Compat Duo con il quale Wright riusciva a creare le sue indimenticabili melodie e le celestial voices di A Saucerful of Secrets.

L'intero spettacolo è accompagnato da stralci di immagini tratte dal film, proiettate sul megaschermo circolare di 5 metri di diametro situato, nel rispetto della migliore tradizione floydiana, sullo sfondo del palco. Nella seconda parte del concerto, i Pink Floyd Legend vengono affiancati da altri 6 musicisti per riproporre i grandi classici dei Pink Floyd, tutti insieme, in un grande ensemble musicale e vocale.